Author Archives: Stefano Mercurio

Ecco le immagini dei 2 corsi che sono iniziati presso le scuole elementari di Garino e di Vinovo. I giovani FreeMaker, studenti dell’ I.T.I.S. G.B. PininfarinaMarco IlardiFrancesco FerreriAlessandro Costanzo hanno preparato un programma di coding interessante! Nel primo istituto insegnano scratch.mit.edumentre nel secondo istituto si dilettano ad usare Arduino Projects. I discenti sono bambini di 2 quarte! Hanno 9 anni! E mentre a Garino nascevano le prime #storyTelling, a Vinovo si costruivano giochi di luci. Queste sono solo le prime 2 ore di corso! Cosa succederà alla fine?

Stefano Mercurio

S4D

Oggi si è concluso al I.T.I.S. G.B. Pininfarina il corso #S4D organizzato da Dschola – le scuole per le scuole. Sono 13 i corsi avviati in tutto il Piemonte, 2 a Torino. Dal confronto con i miei corsisti sono emersi aspetti significativi. L’esperienza di alcuni formatori ed educatori nell’uso di Scratch con i ragazzi diversamente abili mi ha fornito degli spunti interessanti e mi ha confermato che in molti casi il coding è una strada da percorrere come valido strumento compensativo.

Stefano Mercurio

Pasqua 2018

Foto:

 

 

Stefano Mercurio

Realizzare un chiosco con Raspberry

Un chiosco è un personal computer in cui sono stati disabilitati tutti i comandi ed i menu. Al suo avvio viene lanciata un applicazione. Nel mio caso ho voluto attivare un browser per visualizzare una pagina specifica ma modificando lo script è possibile lanciare un altra applicazione oppure installare un server web in cui vengono memorizzate delle pagine per una presentazione oppure per realizzare un ambiente virtuale da cui prendere informazioni. Si prenda come esempio i dispositivi installati nelle mostre e musei oppure un semplice Bancomat od una SmartTV.

L’idea di realizzare un chiosco con Raspberry mi è venuta in quanto questo dispositivo è molto economico, ha ridotte dimensioni ed ha un consumo energetico molto basso.

Lo script che propongo è molto semplice e senz’altro potrebbe essere automatizzato meglio proponendo all’utente alcune variabili di configurazione che permettono al programma di realizzare un chiosco maggiormente personalizzabile.

Nel mio caso lanciando lo script dopo circa 1,5 ore (dipende dalla connessione) il chiosco visualizza la pagina del mio sito: http://www.netlivein.it

Lo script è molto semplice e non contiene controlli pertanto prima di lanciarlo bisogna attenersi scrupolosamente alle istruzioni di seguito.

  1. Scaricare, estrarre e copiare su una scheda SD l’ultima versione di raspibian versione Lite (No desktop) disponibile al seguente link https://downloads.raspberrypi.org/raspbian_lite_latest
  2. Inserire la scheda SD nel Raspberry, accenderlo e lanciare il comando $sudo raspi-config per espandere il file system e far avviare la macchina con autoLogin da Consolle. Le eventuali altre configurazioni possono essere anche personalizzate successivamente in quanto lo script presenta la schermata di configurazione. Si raccomanda di modificare la password dell’utente pi che nell’immagine è rasberry
  3. Dopo aver effettuato le modifiche di configurazione ed effettuato il riavvio, creare un file di script nella home dell’utente pi con il comando $ nano kiosco.sh e copiarci dentro tutte le istruzioni reperibili al seguente link: CreareKioskV2.0
  4. Di seguito bisogna rendere eseguibile lo script: $sudo chmod +x  kiosco.sh
  5. Infine eseguire lo script: $sudo ./kiosco.sh. Dopo circa 1,5 ore il dispositivo dovrebbe riavviarvi  in modalità chiosco visualizzando la pagina che è stata scelta nello script. Se durante l’esecuzione dello script si sono fatte delle modifiche con il file di configurazione di Raspberry in qui viene chiesto un riavvio, rilanciare il comando $sudo ./kiosco.sh per proseguire con l’installazione.

Versione 1.0.0

Versione 1.0.1 con server web

Versione 1.0.2 SlideShow (cornice digitale)

 

 

 

 

Stefano Mercurio

Laboratori Green per le scuola

realizzati con RaspBerry

Stefano Mercurio

4 prese gestite da WEB

Materiale occorrente (Circa 100 Euro)

  1. Scatola supporto per prese (6 posti)
  2. Statola elettrica (15×20)cm
  3. 3 prese
  4. 1 presa schuko
  5. 1 interruttore bipolare
  6. Arduino uno
  7. Arduino relay shield
  8. Arduino ethernet shield
  9. Alimentatore per arduino
  10. Nastro isolante
  11. Cavo elettrico
  12. Cavo USB
  13. Cavo Ethernet
  14. Presa di corrente 220Volt

In questo Link è possibile scaricare lo sketch arduino comprensivo della libreria WebDuino MioOutPutWeb_V06

Di seguito le foto del montaggio

 

 

 

Stefano Mercurio

SMS Antonelli TO – 2° giornata


Prosegue l’attività di coding alla Scuola Media Statale Antonelli con una nuova classe prima. Gli studenti, questa volta della classe 1B, trasformano lo “screensaver” dell’acquario sostituendo sfondi e personaggi ed ecco che un semplice programmino realizzato in #scratchsi trasforma in fantastiche storie di fantasmi che corrono fra gli alberi di un bosco oppure in avventure del famoso gattino nel suolo lunare oppure ancora ambientati nel deserto alcuni sprite si danno alla fuga seguiti dal malvagio pistolero! Questi piccoli non smettono mai di stupirmi con la loro immaginazione. Il progetto è coordinato da Dschola – le scuole per le scuole su finanziamento della FONDAZIONE CRT il progetto #diderot

Stefano Mercurio

Diderot SMS Antonelli (TO)

Oggi sono iniziate le attività di coding presso la Scuola Media Statale Antonelli con il progetto #diderot #ProgrammoAnchIo
della FONDAZIONE CRT, progettato da Dschola – le scuole per le scuole. Gli studenti della 1C, inizialmente seduti in terra ad ascoltare la lezione, dopo meno di 40 minuti erano alle prese con il loro primo progetto davanti ai computer in ambiente #linux. Due ore intense ma tanta soddisfazione vedere i loro visi felici per aver realizzato il primo esercizio.
Dopo aver capito il funzionamento di scratch.mit.edu divoravano avidamente la guida copiando e modificando gli esercizi proposti…e allora come impegnarli ulteriormente? Compiti a casa! Mi hanno promesso la realizzazione di alcune storytelling. Sono curioso di vedere cosa realizzeranno!

Stefano Mercurio

GreenLab@Pininfarina!

Oggi Francesco Ferreri ha trasformato il laboratorio E06 dell’ I.T.I.S. G.B. Pininfarina in un laboratorio Green!
Possiamo finalmente definirlo un vero e proprio GreenLab.
Ecco le caratteristiche del laboratorio realizzato con 28 postazioni:
– Hardware basato su RaspBerry PI3
– Software open source = Costo ZERO
– Manutenzione ZERO
– Consumi complessivi = 980W (MISURATI)
– Costo complessivo = 4200€
– Tempi di realizzazione 2 ore x 2 persone
Ecco le prime fasi della realizzazione, domani in meno di 2 ore installeremo tutto il software necessario su 28 computer

Link alle foto: 

Stefano Mercurio

Natale2017 dal 23 Dicembre al 4 Gennaio

Mappa:

Diario:

Stefano Mercurio